Studio legale Bisconti Merendino - Palermo

Se il bene è difettoso il venditore deve smontarlo e installarne un altro

Per il venditore che abbia alienato un bene di consumo difettoso scatta l’obbligo di rimuoverlo dal luogo in cui il consumatore, in buona fede, lo ha installato e anche quello di montarvi il bene sostitutivo, o comunque di sostenere le spese necessarie. Nel caso in cui però il rimborso di tali spese sia fuori misura rispetto al valore del bene, il risarcimento può essere limitato ad un importo proporzionato al valore del bene conforme e all’entità del difetto di conformità. Lo ha stabilito la Corte di giustizia dell’Ue con la sentenza 16 giugno 2011, Cause riunite C-65/09 e C-87/09.

Condivi su...Share on FacebookTweet about this on Twitter
Questa voce è stata pubblicata in Postille. Contrassegna il permalink.