Studio legale Bisconti Merendino - Palermo

Acertamento fiscale e versamenti bancari

Nel caso di movimenti bancari contestati, il contribuente deve offrire prova analitica per ogni versamento finito sotto la lente del Fisco.

Infatti, in tema di accertamento delle imposte sui redditi, qualora l’accertamento effettuato dall’ufficio finanziario si fondi su verifiche di conti correnti bancari, l’onere probatorio dell’Amministrazione è soddisfatto attraverso i dati e gli elementi risultati dai conti predetti, determinandosi un’inversione dell’onere della prova a carico del contribuente, il quale deve dimostrare con una prova non generica ma analitica per ogni versamento bancario, che gli elementi desumibili dalla movimentazione bancaria non sono riferibili ad operazioni imponibili

(Cass. Civ., Sez. VI, Ord. 26 settembre 2017, n. 22395)

Condivi su...Share on FacebookTweet about this on Twitter
Questa voce è stata pubblicata in Postille. Contrassegna il permalink.